•   
    •   

è un editore elettronico di qualità, per la saggistica di qualità!

COLLANE   

    •  
    •  
    • COLLANE
    •  


    • La fine del mondo. Visioni politiche e diserzione popolare
      Pierandrea Amato, Luca Salza
      Questo breve saggio interviene nel caos scatenato dalla diffusione del virus Sars-Covid 19 concependo una defezione collettiva dal comando politico del capitalismo contemporaneo. I due autori chiamano questo gesto "sciopero d'esistenza". Sperimentando un esercizio di montaggio tra scrittura, immagini e immagini movimento, abbiamo a che fare con un'idea di destituzione dal tempo presente che potrebbe schiudere lo spazio per l'esercizio di una politica estranea alle istanze del potere.

      Numero pagine 36
      Formato: epub + mobi
      ISBN 9788897527565 Anno 2021
      National Bibliography Number in fase di assegnazione
    • Se preferisci, puoi acquistare il libro cartaceo da Amazon
    • Prezzo ebook € 5


    • Pierandrea Amato
      Pierandrea Amato insegna Estetica all'Università di Messina. I suoi ultimi volumi pubblicati sono La rivolta (Cronopio, 2019) e Filosofia del sottosuolo. Ipotesi sull'ultimo Foucault (ETS, 2020). Dirige, con Luca Salza, la rivista "K. Revue trans-européenne de philosophie et arts"; e con Nicola Russo, "Mechane. Rivista di antropologia e filosofia della tecnica".
      Italia
      Anno di nascita1973
      Vedi tutte le pubblicazioni di questo autore
    • Luca Salza
      Luca Salza insegna Storia delle idee e Letteratura italiana moderne e contemporanee all'Università di Lille in Francia. Tra i suoi volumi più recenti ricordiamo Il vortice dei linguaggi. Letteratura e migrazione infinita (Mesogea, 2015) e "Il est pas facile de raconter à présent". Crise de l'expérience et création artistique après la Grande Guerre (Mimesis/France, 2018). Dirige, con Pierandrea Amato, la rivista "K. Revue trans-européenne de philosophie et arts".
      Italia
      Anno di nascita1973
      Vedi tutte le pubblicazioni di questo autore
    • QUARTA DI COPERTINA
      Questo breve saggio interviene nel caos pandemico scatenato dalla diffusione del virus Sars-Covid 19 delineando la trama di una defezione collettiva dal comando politico del capitalismo contemporaneo. I due autori chiamano questo gesto "sciopero d'esistenza". In una fase storica in cui l'ordine del discorso pubblico promuove uno sforzo di "ricostruzione", nonostante il virus circoli in modo incontrollato, l'idea, invece, è di sospendere il tempo, grippare i motori, ottenebrare gli schermi, in una parola: rovinare le rovine, come diceva Carmelo Bene nel Lorenzaccio. Su una mappa immaginaria, sulle tracce di Charlot e di altri poeti, artisti, rivoluzionari, innamorati, si disegnano percorsi verso una possibile diserzione generale. Sperimentando un esercizio di montaggio tra scrittura, immagini e immagini movimento, abbiamo a che fare con un'idea di destituzione dal tempo presente che potrebbe schiudere lo spazio per l'esercizio di una politica estranea alle istanze del potere.
    • INDICE DEL LIBRO
      Istruzioni per l’uso
      I. Deserto
      II. Virus
      III. Evento
      IV. Politica
      V. Rifiuto
      VI. Sogno
      VII. Scrittura
      VIII. Catastrofe
      IX. Maggio
      Elenco immagini
      Quarta di copertina
      Pierandrea Amato
      Luca Salza